Pornhub è il portale di streaming pornografico, ad oggi,  più popolare al mondo. Nato nel 2007, in soli 2 anni, ha scalato la cima delle classifiche dei siti più visitati del settore.

Nel 2009 risulta essere in Italia il 39° sito più visitato di tutto il web

Andiamo ad analizzare alcuni aspetti su come Pornhub abbia raggiunto il successo nel mondo del marketing digitale.

Il porno, dagli albori ad oggi

Già dai tempi dei popoli antichi la pornografia (dal greco porne: prostituta – graphè: disegno) era considerata una forma di arte in cui venivano raffigurate immagini, disegni o dipinti a carattere sessuale o erotico. Oggi il concetto è ancora più ampio e le forme con le quali tale tema va ad esprimersi toccano oltre all’arte classica anche la moda, il cinema, la stampa, la letteratura, la musica e soprattutto internet e il web. Il porno ha quindi contaminato tantissimi settori, girando in rete si trova pornografia dal tema vegano a quello ambientalista.

Essendo la domanda di contenuti pornografici elevatissima, il porno è diventato un bene indifferenziato e viene diffuso massivamente tutti i giorni dappertutto. Con lo sviluppo di internet e le pratiche amatoriali messe a disposizione gratuitamente, le case di produzioni pornografiche hanno riscontrato il grosso problema su come ottenere profitti dalla divulgazione dei loro prodotti. È in questo frangente che aziende come Pornhub si sono distinte con strategie legate al brand.

Ma chi c’è dietro a Pornhub?

La struttura di Pornhub

La “corporation” che sta a capo di tutti i servizi di Pornhub network è Mindgeek, azienda che offre una vastissima gamma di prodotti tecnologici con una enorme struttura e oltre 1000 dipendenti specializzati in analisi, design, marketing, comunicazione… ma nessuna di queste figure è direttamente legata al settore come attore o regista.

L’ azienda ha raggiunto in pochissimi anni numeri da capogiro con oltre 100 milioni di visitatori al giorno e più di 3 “bilioni” (3.000 miliardi) di impression .

E i dati di Pornhub non sono certo da meno: infatti solo nel 2015 la stima è di quasi 88 miliardi di video trasmessi nell’anno. Tanto per fare un esempio se dividessimo il dato per la popolazione mondiale ogni abitante del pianeta guarderebbe 1 video porno ogni mese.

Basti pensare che ogni giorno su Pornhub vengono trasmessi  5.000 Terabyte di video contro i 600 del grande colosso Facebook

Di seguito, infatti, la citazione del portavoce di Pornhub, Matt Blake che riassume cos’è Pornhub:

Non siamo un’ azienda di porno, siamo un’azienda tecnologica e, da qualche tempo, un’ azienda di data analytics.

Ecco come si compone il network di Pornhub:

Oltre a Pornhub ci sono vari portali facenti parte del Pornhub network, similari, che usano lo stesso sistema di streaming video free in stile Youtube, tra cui citiamo l’amatissimo in Italia Youporn. Altri sono i prodotti offerti dalla piattaforma: un servizio interessante è il motore interno Pornmd che bypassa i filtri legati ai contenuti applicati da Google o alle eventuali censure statali. Un servizio di news Peeperz, che tiene informati i lettori sull’argomento con aggiornamenti tematici, il Pornhub Casino e infine servizio di blog e trend con Pornhub Insight. Recentemente è stato inserito Pornhub sexual wellness center, definito come il centro del benessere sessuale, in realtà è un punto di riferimento per conoscere le malattie sessuali trasmissibili, affrontare problemi psicologici, trovare risposte a domande e problemi o soddisfare semplici curiosità.

Ora sappiamo quanto Pornhub sia conosciuto, ma come guadagna?

La domanda lecita che molti si pongono, visto il servizio gratuito offerto dall’azienda, è come Pornhub faccia a ricavare profitti. Vediamo di seguito i punti che aiutano l’azienda a “Pagare la bolletta”:

  • Abbonamento Premium, con 9,90 € al mese si hanno contenuti esclusivi, nessuna pubblicità, video in alta definizione con banda più veloce. Vi è anche la possibilità di regalare la carta premium ad un amico. I copywriters di Porbhub, con vera genialità, lo chiamano: “Un regalo toccante“.
  • Spazi pubblicitari, sono dei banner pubblicitari che spesso si vedono a lato o sotto il video, spesso scritti in lingua sgrammaticata e visivamente poco belli, questi fattori sono intenzionali, anzi devono seguire delle regole di bruttezza. Dopo analisi e studi si è visto che portano a maggiori click da parte degli utenti seguendo tali stili.
  • Content Partner Program, iscrivendosi a questo programma si ha la possibilità di evidenziare i propri contenuti sul network Pornhub, il quale riceve una percentuale per ogni iscrizione agli abbonamenti dei partner
  • Livecams, Pornhub riceve un contributo per il settore delle webcam dal vivo
  • Store, qui si possono acquistare gadget e articoli toys di vario genere.

Ecco quali sarebbero i proventi della compagnia: la stima del fatturato per l’anno 2014 è stata di 110 milioni di dollari.

Analisi dei dati -> Strategie vincenti

Pornhub Insight è un potente strumento che l’azienda ha creato al fine di ricavare dati e statistiche e finalizzare la propria content strategy. I dati, infatti, non parlano dei contenuti pornografici di Pornhub, ma di analisi e stime delle abitudini degli utenti, geolocalizzate secondo gli argomenti. L’azienda, così facendo, può interfacciarsi con testate giornalistiche che, diversamente, censurerebbero i contenuti, aprendo inoltre canali di comunicazione diretti con i media.

I dati sono alla base di ogni strategia. Con l’analisi, Porbhub profila i suoi utenti, monitora gli interessi, migliora la user eXperience, implementa nuove tecnologie, intraprende le giuste azioni di marketing.

Con la corretta interpretazione dei dati si possono profilare i giusti strumenti di comunicazione:

Pornhub Cares

Pornhub Cares è un portale studiato da Pornhub per aprire nuovi canali di comunicazione non a carattere pornografico con il pubblico, incrementando il traffico verso il network e rafforzare il brand, riducendo i preconcetti legati alla pornografia. Tramite Cares, Pornhub  tratta vari temi sociali, finanzia la ricerca sulle malattie, si occupa della salvaguardia di specie animali, stanzia borse di studio per studenti, implementa video per non vedenti e molto altro ancora.

Insomma Pornhub è uno dei più grandi esempi di azienda tecnologica che fa uso dei più efficaci strumenti di comunicazione e web marketing. Un vero modello da seguire per ogni azienda che voglia intraprendere la strada verso il successo imprenditoriale.

Christian Serafino

Christian Serafino

Sistemista informatico, Conoscenza base Html, php, Jquery, Bootstrap. Riparazione hardware informatico. Riparazione base apparecchiature elettroniche. Installatore di elettrodomestici. Venditore di home technology. Reseller di Google apps for work. Amministratore di servers windows, linux, mac. Esperienze base di freebsd. Esperienza avanzata Protools HD